+39 070 733 0637 italtours@italtours.it

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Telefono*
Paese*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login
+39 070 733 0637 italtours@italtours.it

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Telefono*
Paese*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

L’isola del sacro: Sant’Antioco

Sant’Antioco, nella quale si trova la cittadina omonima, è la maggiore ed una delle più affascinanti tra le isole sarde.

Dista poco più di 80 chilometri da Cagliari e dopo la Sicilia, la stessa Sardegna e l’Isola d’Elba, è la quarta d’Italia per estensione.

Cala Sapone nell’Isola di Sant’Antioco

L’ISOLA ha origine vulcanica e già in epoca romana è stata collegata alla terraferma con la costruzione di un ponte che fa bella mostra di se all’ingresso della cittadina.

A meritare una visita, oltre alle sue coste molto frequentate d’estate, è IL CENTRO anticamente chiamato  SULCI, tra i maggiori centri del Mediterraneo da quale partivano i minerali estratti nella zona di Iglesias.

NURAGHI, fortezze, tombe e catacombe, il territorio di quest’isola conserva, per fortuna ancora oggi, importanti monumenti eretti dalle civiltà del passato e che possiamo visitare con facilità.

Isola di Sant’Antioco, il centro storico. Foto: M.Polastri

TRA LE METE da raggiungere, la Chiesa di Sant’Antioco. È una delle più antiche dell’isola, dedicata appunto al patrono della Sardegna.

IL TEMPIO SACRO è stato edificato  sulle catacombe che hanno conservato per secoli le spoglie mortali del santo.

LE CATACOMBE sono situate sotto la Chiesa. All’origine erano tombe collettive della necropoli punica datata tra V e fine III secolo a.C., imponente, con un’estensione di almeno 6 ettari, occupava l’intero colle della basilica.

Dant’antioco
Il ponte romano dell’isola di Sant’Antioco. Foto: M. Polastri.

SULLA NECROPOLI punica sorse anche quella romana ed in età cristiana, il cimitero di catacombe.

È per questo motivo che accanto alla CHIESA principale in piazza Parrocchia non passa inosservato un immenso scavo nel terreno, proprio al centro della piazza, che conserva delle tombe antiche.

Altre interessanti attrattive culturali sono il  VILLAGGIO IPOGEO, con le case scavate nella roccia, vere e proprie grotte usate nel corso dei secoli dai senzatetto e da una popolazione di “gruttaiusu” che ha lasciato sottoterra letti, armadi, stoviglie e altre curiosità.

Nella parte alta del centro abitato, è inoltre visitabile una interessante fortezza partecipando ad uno dei nostri viaggi nel cuore della storia, delle tradizioni, facendo cultura passo dopo passo.